Elenco delle principali patologie trattate

Deformità e patologie dell'avampiede Patologie del piede Patologie della tibiotarsica Patologie tendinee

Sindromi pronatorie dell'adulto e dell'età  evolutiva

EVIDENZA CLINICA - pronazione dell'articolazione sottoastragalica - retro piede valgo - intrarotazione della tibiotarsica e di tutto l'arto inferiore - cedimento dell'arco plantare - pronazione e medicalizzazione della mediotarsica - supinazione e abduzione dell'avampiede L'eccessiva pronazione del piede è spesso fisiologica nel bambino fino all'età di circa 10 anni, piede pronato valgo dell'adolescenza o piede lasso infantile, dovuto appunto ad una iperlassità legamentosa caratteristica dell'età infantile, è generalmente asintomatica e si corregge... Continua


Piede cavo varo supinato

Il piede cavo è caratterizzato da una accentuazione dell'altezza della volta plantare. Il quadro clinico può essere di modesta entità, rientrando nei parametri di normalità, ben compensato e in assenza di sintomatologia, ma può presentarsi in forme più o meno gravi con sintomatologia dolorosa e limitazione funzionale. Questo tipo di malformazione, generalmente congenita e raramente acquisita viene classificata in base alla morfologia del piede in 4 gruppi 1) cavo anteriore interno equino del primo raggio con alluce a zeta 2) cavo anteriore diretto tutti i metatarsali... Continua


Piede piatto

Questo termine viene spesso utilizzato in modo non appropriato anche in presenza di sindromi pronatorie, la differenza sostanziale è che un piede pronato, visto in condizioni di riposo, presenta la morfologia di un piede normale, con presenza di un arco plantare, appiattendosi solamente sotto carico, mentre il piede piatto è tale sia incarico che in condizioni di riposo. Il piede piatto è generalmente un piede rigido e può presentarsi già nell'adolescenza soprattutto in presenza di sinostosi tarsali (astragalo calcaneari o calcaneo scafoidee) o in caso di rare forme di piede... Continua


Deformità  acquisite, post-traumatiche, artropatie, artrosi

L'invecchiamento articolare è caratterizzato da una alterazione della qualità della cartilagine articolare, che perde progressivamente le sue caratteristiche ammortizzanti e di scorrimento fluido, riducendosi di spessore fino ad una scomparsa nei punti di maggior usura. A questi processi degenerativi partecipano anche le strutture capsulari e l'osso circostante che reagisce con deformazioni del profilo articolare, con neoformazione di osso (esostosi, iperostosi). L'articolazione perde progressi mante in efficienza, si riducono i gradi di movimento, compare dolore, sempre maggiore... Continua


Sinostosi astragalo calcalcaneari e calcaneo scafoidee

Per sinostosi si intende una anomalia malformativa rappresentata da una saldatura, ossea o fibrosa, fra due ossa normalmente mobili fra loro, con una conseguente rigidità articolare e quindi alterazione della biomeccanica del piede. Può essere mono o bilaterale. Frequentemente, nel tarso, si riscontrano fra astragalo e calcagno e fra calcagno e scafoide. La presenza di una sinostosi può essere asintomatica e causare una limitazione del movimento che il paziente non percepisce, essendo congenita, ma può anche causare delle rigidità in posizione viziose del piede, causando disturbi... Continua


Cosa stai cercando?

Hai bisogno di un consulto?

  Scrivimi!

Vuoi sapere dove opero o dove ricevo?

Elenco delle strutture mediche dove opero e ricevo.